Terapia Soppressiva la secrezione del TSH in pazienti affetti da Cancro della Tiroide


Un recente studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism  ha evidenziato che una moderata soppressione del TSH in pazientio affetti da Cancro della Tiroide può dare gli stessi benefici di una terapia completamente soppressiva la secrezione del TSH (per capire meglio TSH indosabile<0.03) evitando gli effetti collaterali a carico di altri organi come ossa e muscolo cardiaco come può avvenire nella terapia soppressiva la secrezione del TSH.

“Nei pazienti affetti da Tumore della Tiroide se i livelli di TSH permangono elevati dopo l’intervento ad esempio per una sottostima della dose necessaria di LTiroxina da parte dell’endocrinologo oppure per una scarsa compliance del paziente alla terapia , aumenta il rischio di recidiva di malattia, se la terapia ormonale sostituva tenede a bassi livelli del TSH secondo questo studio si abbassa la probabilità di recidive mentre se si riduce ulteriormente il TSH rendendolo indosabile questo non è assicurato

Lo studio multicentrico internazionale, che ha avuto inizio nel 1987, i dati di 4941 pazienti affetti da cancro alla tiroide raccolti.

Ulteriori risultati sono la conferma di precedenti, studi che dimostrano che i pazienti con stadio III e IV della malattia avevano una migliore sopravvivenza se trattati con iodio radioattivo dopo l’intervento chirurgico.
Inoltre, mentre lo studio ha dimostrato che la soppressione totale del TSH non ha offerto alcun beneficio in termini di sopravvivenza supplementare in pazienti ad alto rischio, la soppressione mite è stato utile anche con i pazienti a basso rischio.

TAKE HOME MESSAGE

1. In pazienti affetti da Cancro Tiroideo la terapia con Iodio Radioattivo pos-intervento ha mostrato un miglioramento del tasso di sopravvivenza dei pazienti soprattuttoi negli stati III e IV della malattia

2. In genere il paziente nel post intervento viene sottoposto a terapia ormonale sostitutiva la funzione tiroidea a dosi soppressive la secrezione del TSH (obiettivo TSH<0.005)

3. Questo studio condotto su larga popolazione dimostra che non è sempre necessario mirare ad una completa secrezione del TSH ma può essere vantaggioso mirare ad abbassare i lievlli del TSH senza sopprimerlo completamente

4. La patologia tumorale tiroidea come tutte le patologie non può prescindre da un approccio individualizzato tenuto conto dei fattori di rischio di recidiva , della stadiazione della malattia e del tipo istologico che sono fattori determinanti  la prognosi stessa della patologia

 

Fonte

Sherman, SI et al. Long-Term Outcomes Following Therapy in Differentiated Thyroid Carcinoma: NTCTCS Registry Analysis 1987-2012. Thyroid, July 2015

You may also like

Lascia un commento