PESI E NON SOLO ATTIVITA’ AEROBICA NEL DIABETE

Secondo una metanalisi pubblicata sull’importante rivista scientifica Journal of the American Medical Association (JAMA), nella programmazione dell’allenamento del Diabetico di tipo 2 l’inserimento di un programma di pesi (contro resistenza) ad allenamenti di tipo aerobico migliora in modo significativo i livelli di emoglobina glicata (HbA1c).
In particolare sono state messe a confronto le ricerche che valutavano la relazione tra attività strutturata contro il solo incentivo/indicazione all’attività fisica. L’analisi ha preso in considerazione 47 studi per un totale di 8500 partecipanti.
In totale dai 23 studi collegati all’attività strutturata si aveva una riduzione del 0,67% di  HbA1c rispetto ai controlli. In particolare l’attività aerobica strutturata si associava ad una riduzione del 0,73% contro lo 0,57 di quella contro resistenza. La combinazione dei due tipi di allenamento portava ad una riduzione della glicata dello 0,52%.  L’attività strutturata si dimostrava inoltre più efficace quando aveva una durata di almeno 150 minuti a settimana.
Al contrario la sola indicazione a fare attività fisica era molto meno efficace con lo 0,43% di riduzione dei livelli di  HbA1c.
I ricercatori commentano questi risultati sottolineando l’importanza di questa scoperta che si dimostra in linea con le correnti raccomandazioni sulla durata dell’esercizio fisico che dovrebbe essere di almeno 150 min/settimanali..
Interessante anche la scoperta di una mancanza di evidenza sul miglioramento dei livelli di emoglobina glicata a seguito di un programma di attività fisica ad alta intensità.

I risultati ottenuti a seguito di questa metanalisi pubblicata sul JAMA  sono in linea e confermano le raccomandazioni recentemente pubblicate dall’American Diabetes Association e dall’American College of Sports Medicine per l’attività fisica nel diabete di tipo2. L’attività contro resistenza diventa fondamentale presupposto per un miglioramento metabolico, in quanto i soggetti sedentari sovrappeso/obesi sono prevalentemente sarcopenici, cioè hanno una ridotta massa muscolare. Questo è causa di una ridotta spesa energetica basale e di un ridotto numero di mitocondri, vere “centraline” muscolari atte alla produzione di energia (ATP). Se questo tipo di soggetto viene allenato anche con un congruo programma di pesi migliora la massa muscolare e con essa la spesa metabolica ed il numero di mitocondri. In questo modo l’attività aerobica è più efficace perché, in presenza di un maggior numero di mitocondri, può effettivamente portare ad un incremento dell’ossidazione dei grassi.
Pahor M. JAMA. 2011;305:1808-1809

 

You may also like