Terapia dell’Oftalmopatia Basedowiana

L’Oftalmopatia Basedowiana è una complicanza abbastanza frequente della più classica forma di Ipertiroidismo il Morbo di Basedow o Gozzo Diffuso Tossico.

La patologia oculare che complica la malattia tiroidea è legata ad un ispessimento su base autoimmune  dei muscoli oculari (i muscoli che permettono la motilità oculare )  e si caratterizza per una protrusione più o meno marcata degli occhi al di fuori delle orbite accompagnata o meno da una serie di sintomi irritativi (arrossamento delle congiuntive, lacrimazione ) e funzionali (diploplia ) che oltre a procurae fastido influiscono sulla normale capacità visiva del paziente , da non trascurare poi il danno estetico che si rende maggiormente evidente nei pazienti in giovane età.

Le armi terapeutiche più utilizzate sono la somministrazione di Corticosteroidi ev e per os , la Radioterapia , l’utilizzo degli Analoghi della Somatostatina e nei casi incui il deficit  visivo o la protrusione oculare raggiungano gradi estremi la correzione chirurgica.

In questo recentissimo articolo pubblicato sul JCEM  “Treatment Modalities for Graves’ Ophthalmopathy: Systematic Review and Metaanalysis” si prendono in analisi in termini di efficacia i vari apporcci terapeutici.

L’articolo che è una revisone sistematica con metanalisi della lettratura conclude che al momento attuale la Terapia con Boli di Cortisone ev (che noi utilizziamo con i ns pazienti) dà i migliori risultati e nei casi più gravi essa può essere associata alla Radioterapia Retrobulbare .

Questo approccio terapeutico risulta più efficace da solo se comparato a tutte le altre terapie presen singolarmente .

Leggi l’articolo

You may also like